Marketing con Twitter? Si può fare!
30 gennaio 2014
Come curare la Brand Reputation
30 gennaio 2014

SEO e Keywords: 4 consigli per scegliere le parole chiave del tuo sito

SEO è una sigla del web marketing che sta per Search Engine Optimization, tradotto letteralmente: “ottimizzazione per i motori di ricerca”.

E’ quindi l’insieme di azioni e tecniche che si applicano ad un sito e alla sua comunicazione, per aumentarne la visibilità sui motori di ricerca. Cosa significa?

Aumentare la visibilità significa che, se un utente digita le parole chiave con le quali vogliamo essere trovati su un motore di ricerca, il motore di ricerca mostra il nostro sito tra i primi risultati.

Quindi, un lavoro basato sulle pratiche SEO ha lo scopo di fare in modo che a una query  – cioè la richiesta dell’utente – la SERP (la pagina di risposta di Google, Bing o di qualsiasi motore di ricerca utilizzato) risponda mostrando tra i primi risultati organici – cioè quelli non a pagamento, detti anche puri – il nostro sito.

Sono molteplici le pratiche di intervento SEO: l’ottimizzazione della struttura del sito, del codice HTML, dei contenuti testuali, la gestione dei link in entrata ed in uscita. E ogni pratica si compone di diverse attività.

Partiamo dai criteri di scelta delle keywords per pianificare una buona strategia SEO. Effettua un’analisi accurata delle parole chiave da scegliere per i contenuti del tuo sito, come faresti per una campagna a pagamento.

Ecco 4 punti da tenere a mente nella scelta delle keywords con cui identificare la tua attività:

1 – Puoi ascoltare gli utenti, come ti suggeriamo anche qui, intervistarli, metterti in contatto con loro. Immedisimati nel tuo cliente: per quale motivo ti cerca?

2 – Interroga tu per primo i Search Engine: quali risultati escono? Vedi uno spazio lasciato dalla concorrenza che potresti occupare tu?

3 – Parole chiave specifiche o generiche?

• Pensa a parole chiave non troppo generiche, c’è troppa concorrenza e potrebbe essere difficile posizionarsi in prima pagina.

• Le parole chiave troppo specifiche generano poco traffico, perché sono poco ricercate. Meglio non essere troppo settoriali.

• Applica la teoria della Long Tail: i prodotti di nicchia hanno maggiore possibilità di profitto. Significa che, tra i due estremi, devi scegliere le Keywords più specifiche, quindi con minore concorrenza, ma con un tasso di conversione interessante. Se focalizzi l’attenzione sui prodotti o i servizi specifici che offri, ti cercheranno meno persone, ma saranno più motivate a visionare il tuo sito. E se trovano quel che cercano, continueranno a rivolgersi a te.

4 – Le parole chiave scelte devono essere coerenti con quel che offri. Le parole chiave che, a questo punto, hai individuato, devono essere pertinenti con i tuoi prodotti e i tuoi contenuti:

•  inserisci le keywords per le quali vuoi posizionarti nel titolo, nella descrizione, nel testo. Non forzare la presenza di queste parole, la lettura deve essere scorrevole e interessante. Quindi, usa il tag titledescription  e i tag heading (h1, h2, h3…);

•  usa le keywords anche nelle immagini con cui illustri il prodotto o il servizio che offri, ma solo se sono coerenti con l’immagine che proponi. Il testo alternativo (alt) è un attributo da aggiungere nelle immagini, in modo che possano leggerle anche i robot;

• Il contenuto deve avere attinenza con le keywords: scrivi testi utili per l’utente, e soprattutto non copiati da altri. Non ripetere ossessivamente la parola chiave che hai scelto, il lettore infastidito abbandonerà la lettura e tu ne sarai penalizzato. Usa sinonimi e spiega bene il concetto, sarai premiato.

Hai bisogno di aiuto per progettare il tuo sito o la tua campagna di web advertising? Contattaci e ne parleremo insieme.

 

Per commentare o scrivermi, puoi seguirmi su Google+