Keyin presenta il suo nuovo sito aziendale
27 settembre 2017
Il glossario del social media marketing dalla A alla Z
17 novembre 2017

Blog SEO: come indicizzare il tuo sito

La guida al SEO di Keyin web agency Roma.

Siamo nell’era di internet, delle ricerche online, dei siti web, degli annunci sponsorizzati, dei blog e del SEO, ma ancora non è chiaro come indicizzare il tuo sito web.

Partiamo dal principio: cos’è il SEO?

Letteralmente  acronimo di “Search Engine Optimization”, per Seo “si intendono tutte quelle attività volte a migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca al fine di migliorare il posizionamento nelle pagine di risposta alle interrogazioni degli utenti del web” (wikipedia).

Per indicizzare il tuo sito, però, è necessario creare all’interno della propria rete un qualcosa che spinga i nostri contenuti, che li renda fruibili e facilmente trovabili da tutti, e qui entra in gioco quello spazio personale che per troppo tempo è stato sottovalutato: il blog.

E’ evidente, quindi, che per indicizzare il tuo sito nell’universo online è necessario percorrere una determinata strada che non può prescindere dalla creazione di un blog SEO personale; attraverso questo, seguendo delle accortezze che ora andremo a vedere insieme, quello che agli occhi degli altri sembra solamente “Il mio blog” diventerà lo strumento principale per ottenere visibilità e conversioni.

Detto ciò, ecco tutto ciò che c’è da sapere, punto per punto:

1. Il primo passo per un buon blog seo utile ad indicizzare il tuo sito è decidere come scrivere gli articoli al suo interno, e questo non può prescindere dalla scelta delle keyword, ovvero le chiavi di riferimento attorno alla quale dovranno ruotare i contenuti di quel post;

2. Per scegliere le keyword esistono diversi tool che ti permettono di effettuare dei Seo Test, ovvero di poter definire effettivamente quanto quelle determinate parole vengano cercate, con quale frequenza e se la concorrenza è gestibile o no; per fare questo vi sono dei validi strumenti gratuiti forniti proprio dal motore di ricerca più famoso al mondo come Google Trends e Google adwords, ma anche dei tool a pagamento per effettuare analisi più accurate come Seozoom.

3. Dopo aver scelto le parole chiave (ne bastano 3 o 4, non serve riprodurre lo Zingarelli), si deve far attenzione a riportarle più volte all’interno dell’articolo, cercando comunque di non alterare eccessivamente il corpo del testo; non ha senso creare un post ben indicizzato che però, di fatto, non è leggibile, non credete?

4. Un blog seo che si rispetti non può ancora evitare alcune azioni tecniche che si rispettino, come la giusta redazione di titolo (H1), sommario (siglato col tag H2), intestazione dei paragrafi (H3), meta title e meta description; questi, anche se ad alcuni potranno sembrare datati ed anacronistici, risultano ancora importanti per ottenere punti dagli spider di Google che scorrono da cima a fondo il blog seo per verificarne la coerenza.

5. Attenzione alla lunghezza dei titoli, fondamentale per far sì che un post sia rilevante; a quanto sembra vengono premiati, infatti, quelli che non superano i 70 caratteri;

6. Anche le immagini sono importanti, molto più di quanto pensiate; prima di caricarle fate attenzione che il loro peso non superi i 5/10 kb e di rinominarle nel modo corretto;

7. La lunghezza del post è importante, e tanto; ad oggi sembra che l’algoritmo di Google premi i Blog Seo con contenuti lunghi, ma di fatto un articolo per avere un buon punteggio nei Seo test non dovrebbe contare meno di 500 parole;

8. Usa sempre link esterni per rimandare ad altre pagine e fare in modo che il tuo blog personale abbia riferimenti anche esterni; più gira il blog gira più verrà premiato dal punto di vista SEO;

9. Adopera elenchi puntati, parole in grassetto e in generale pulizia visiva nell’articolo; un blog seo che si rispetti deve essere bello anche da vedere, anche l’occhio vuole la sua parte;

10. Ricordate sempre che i maggiori esperti di SEO sono e saranno sempre i vostri utenti, è quindi necessario fare attenzione a riportare contenuti interessanti, originali e con un senso logico; scrivere un articolo in ottica seo che riporta parole messe a caso (come seo sem blog marketing tool ecc.) non ha senso e rischierete di essere, al contrario, penalizzati dai motori di ricerca.